Sicilian sweets. Bar Sport Brothers Falcone

Bar Sport Fratelli Falcone

95040 Licodia Eubea ( CT)

Sicily/ Italy

She is my friend, her name is Erica, she realizes this sweets with the family.

She has passion. Those sweets have good test and they are so nice to see.

This Bar is in the small and old town where i was born, the name of this town is Licodia Eubea

( Catania), near Ragusa.

eriucttserueriutxneriucttserigericuzzericusa6ericuca89292ericcu58389ericuericu 4556ericaa 245erica yterica 2234erica 657erica 56erica 8erica 7erica 6erica 5 6erica 4erica 2erica 1

CAME TO SICILY AND TRY IT.

PICTURES: Erica Falcone

Dolci di Sicilia! Bar Sport Fratelli Falcone

Dolci di Sicilia! Bar Sport Fratelli Falcone.

Dolci di Sicilia! Bar Sport Fratelli Falcone

Bar Sport Fratelli Falcone

95040 Licodia Eubea ( Catania)

Sicilia/Italia

Lei è Erica, è una mia amica, la mia compagna di viaggio, gestisce questo bar con la famiglia.

Quando si dice la passione genera l’azione. Creano e realizzano buonissimi dolci non solo buoni, ma anche esteticamente invitanti. Il bar si trova nel mio paese di origine Licodia Eubea ,un piccolo  e antico paesino nella Sicilia orientale in provincia di Catania al confine con la provincia di Ragusa. Se vi trovate da queste parti lasciatevi tentare da questi dolci e non perdete l’occasione per assaggiare la granita più buona di.Sicilia, solo qui potrete trovarla.

eiuterica23erica 1erica 2erica 4erica 5 6erica 6erica 7erica 8erica 56erica 65erica 78erica 546erica 657erica 2234erica ytericaa 245ericcu58389ericu 4556ericuericcu58389 ericuca89292ericusa6ericuzzerigeriucttseriutxneriuctts eru

Foto di Erica Falcone

Dal Vietnam una dolce leggenda: i segreti del te’ verde ai fiori di Loto.

Il te’ verde in Vietnam e’ davvero molto diffuso, basta andare al supemercato e guardare le tante bacheche che ne sono piene. Oggi pero’ vi parlo di un te’ speciale il TE ‘ AI FIORI DI LOTO. Tu l’hai mai provato? 20150326_182115

Come nasce? La leggenda vuole che il re Tu Duc imperatore e poeta amasse il te’ verde, cosi’ la servitu’ per ottenere una colazione degna, aromatizzava le foglie di te’ verde con i fiori di loto. Durante la notte essi si recavano presso il lago dove cresceva il loto e con cautela  inserivano all’ interno di questi fiori appena sbocciati una piccola quantita’ di te’ per poi richiuderli accuratamente e operare il procedimento inverso la mattina seguente…credenti o no ancora oggi questo metodo e ancora utilizzato . Dall’oriente per voi le piu’ dolci leggende. Provatelo!

Intervista 2 Valeria: Lavorare in navi da crociera, è proprio come lo immagini?

Intervista 2 Valeria: Lavorare in navi da crociera, è proprio come lo immagini?.

Intervista 2 Valeria: Lavorare in navi da crociera, è proprio come lo immagini?

Nome?

Valeria

ETà?

25

Paese/città?

ITALIA, di origine Napoletana, vivo a PRATO dove mi sono trasferita con la mia famiglia all’età di 7 anni.

Perchè hai deciso di lavorare in navi da crociera?

E’ stato un caso. Non lo avevo mai pensato prima. Dopo 5 anni avevo finito il mio contratto di apprendistato e finalmente era giunto il momento per me di coronare uno dei miei sogni: vivere all’estero.

Ho sempre odiato vivere nel mio paese con gente dalla mentalità chiusa e diversa. Un giorno per caso cercando su internet ho trovato l’annuncio di lavoro per Steiner e cosi’ sono finita sulla nave.

Per quale compagnia hai lavorato?

Holland American Ryndam ( La compagnia per la quale ho lavorato è una compagnia Americana che fornisce professionisti nelle spa a bordo di navi da crociera)

Come giudichi la tua esperienza?.

Una manna dal cielo.

Hai mai pensato di abbandonare il lavoro sulla nave?

Non ho mai pensato di mollare, se inizio qualcosa poi la porto a termine, a maggior ragione in quel caso in cui non sapevo cosa sarebbe potuto cambiare in 9 mesi.

Si guadagna bene?

Io devo dire che non si guadagna bene in nave, o almeno no come si pensa. Bisogna essere bravi nelle vendite, le percentuali di commissioni sono bassissime.

Che luoghi hai visitato?

Caraibi, Norvegia,Spagna Portogallo, Danimarca, Russia e Finlandia.

Ripartiresti?

Assolutamente si!

Come descriveresti con un’aggettivo la tua esperienza in nave?

Da provare almeno una volta nella vita.