Caffe’ Sport, Fratelli Falcone….

CAFFE’ SPORT, FRATELLI FALCONE 

PASSIONE E CREATIVITA’, un mix che troverete visitando il CAFFE’ SPORT FRATELLI FALCONE….

Dove?

SICILIA

A Licodia Eubea, il piccolo paesello dove sono cresciuta…sul cocuzzolo della Collina..

Questo bar nasce dalla tradizione familiare dei Fratelli Falcone….

Qui troverete le granite piu’ buone in Sicilia…

Le piu’ buone: Limone, Cioccolato, Gelsi….

Da un paio di anni il bar e’ curato e arricchito dalla mano dei giovani nipoti Falcone.

Alla PASSIONE E CREATIVITA’ si aggiunge L’INNOVAZIONE, con tanta voglia di crescere e sperimentare….

Tra le ultime novita’ abbiamo una scelta variegata di birre:

10863798_10153274713427583_5951361687496243275_o.jpg12771735_10153241885402583_3353623042358951341_o.jpg

12814670_1229455973732042_2602828723743581716_n

12828459_10153259512102583_3401286346353352080_o.jpg

Che aspettate? Approfittate dell’aria fresca di Primavera e prendetevi una pausa di riposa per degustare una di queste fantastiche birre…..

I DOLCI

1621993_10153287771442583_6033967394206353335_n

1421169_10153261891122583_241865958606501875_o.jpg

1914098_10153287771952583_4148230936289574845_n.jpg

1918840_10153287771637583_8169534188540330669_n.jpg

1930786_10153287771297583_680415261920311837_n

 

Da non perdere…I GELATI ARTIGIANALI...

10399547_10153287771742583_8778989556544589230_n

I CANNOLI SICILIANI

12792098_10153248929402583_3048518593298600679_o.jpg

CAFFE’ SPORT non e’ un semplice bar, ma un punto d’incontro per amici e conoscente, per scambiare due chiacchiere e riscoprire il tradizionale piacere dello stare insieme…..

Intanto passano le ore, ma il BAR SPORT e’ sempre aperto ….

PER UN CAFFE’….

Firmato VERGNANO

12764531_10153222469047583_2203987395916627631_o.jpg

PER LA CENA ….

12622409_10153186461657583_170934952900234601_o

12772013_10153225945477583_3351140539229913320_o.jpg

12772028_10153262172342583_4691840532421851871_o

12779046_10153225065157583_1058233771910485639_o.jpg

PER IL RICCO APERITIVO DEL MEZZOGIORNO…O PER HAPPYHOUR 

12829074_10153267061112583_4293137116341023909_o.jpg

10391811_1247371388607167_5422251933805995938_n

Approfittatene per farvi preparare un COCKTAIL della sera , magari prima di andare in discoteca….

 

773635_10153283028272583_3632295798094454453_o.jpg

10329677_10153283025297583_3277639959109285815_o.jpg

10572018_10153259426857583_14674925703814440_o.jpg

oppure una deliziosa SANGRIA nelle notti d’estate, dalle noti LATINE

12710696_10153198543987583_1258357744892866511_o

12768203_10153224999637583_7012687887100650451_o.jpg

12768221_10153224940982583_1892781185912053381_o.jpg

L’IMPEGNO E LA DEDIZIONE VANNO SEMPRE AMMIRATI…..

Un caloroso abbraccio alla famiglia FALCONE, e io non vedo l’ora di arrivare in Sicilia per essere partecipe a questi banchetti meravigliosi…

Un abbraccio speciale alla mia amica E.

Da ST.MORITZ, NOMADELANDIA vi augura BUON APPETITO E BUONA PASQUA…

MARIKA 😉

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal Veneto : La Torta al Radicchio Trevigiano

Dalla cucina della nonna  di Salgareda, ecco per voi una ricetta tipica Veneta.

In-cucina-con-Lussy-036

INGREDIENTI:

230 g. Radicchio rosso tagliato fine

250 g.farina 0.0.

200 g. di burro morbido

2 uova

1 bustina di lievito per dolci

250 g. di zucchero

1 bustina di vaniglia

6 cucchiai di latte

PREPARAZIONE:

Montare le uova con lo zucchero, unire il burro ammorbidito, la farina, il lievito, il latte, la vaniglia e infine il radicchio.

Infornare per 40 minuti a 180 gradi.

Chi ci fornisce la ricetta dice  che quando lo servirete agli amici difficilmente capiranno come e’ fatta.

STUPITELIIII

Tratta dal fascicolo BENESSERE IN MOVIMENTO

Dolci di Sicilia! Bar Sport Fratelli Falcone

Dolci di Sicilia! Bar Sport Fratelli Falcone.

Dal Vietnam una dolce leggenda: i segreti del te’ verde ai fiori di Loto.

Il te’ verde in Vietnam e’ davvero molto diffuso, basta andare al supemercato e guardare le tante bacheche che ne sono piene. Oggi pero’ vi parlo di un te’ speciale il TE ‘ AI FIORI DI LOTO. Tu l’hai mai provato? 20150326_182115

Come nasce? La leggenda vuole che il re Tu Duc imperatore e poeta amasse il te’ verde, cosi’ la servitu’ per ottenere una colazione degna, aromatizzava le foglie di te’ verde con i fiori di loto. Durante la notte essi si recavano presso il lago dove cresceva il loto e con cautela  inserivano all’ interno di questi fiori appena sbocciati una piccola quantita’ di te’ per poi richiuderli accuratamente e operare il procedimento inverso la mattina seguente…credenti o no ancora oggi questo metodo e ancora utilizzato . Dall’oriente per voi le piu’ dolci leggende. Provatelo!

INTERVISTA 1: lavorare in navi da crociera? Leggi il parere di chi l’ha già fatto….

Nome?

NELYA

Eta’?

26

Paese/Città?

ITALIA, FANO piccolo paese delle Marche in Provincia di Pesaro e Urbino, non conosco molto il mio paese, ma molto conosciuto perchè è un punto molto importante per chi vuole raggiungere Roma.

Professione?

Estetista

Professione a bordo?

Beauty therapist il primo anno e Massage Therapist il secondo anno.

Come mai hai deciso di lavorare su una nave da crociera: per necessità principalmente per curiosità successivamente.

Come giudichi la tua esperienza?

La giudico importante per una crescita personale e professionale.

Hai mai pensato di abbandonare il lavoro in nave?

So che la gente pensa che sulla nave si fa la bella vita, ma sbaglia. La vita di bordo per noi lavoratori è molto dura e non esiste giorno in cui non pensi di voler tornare a casa. A bordo fai tante amicizie, la gente arriva da tutte le parti del mondo, impari a parlare tante lingue straniere, o per forza o per amore devi imparare a parlarle, la comunicazione a bordo è importantissima.

Per quale compagnia hai lavorato?

Una compagnia Americana ( Steiner) che si occupa di fornire personale per le spa a bordo di navi da crociera.

Si guadagna bene?

lo stipendio non è più quello di una volta, spesso non si raggiungono i targets prefissati, ti è garantito uno stipendio minimo al mese, esso inoltre è l’insieme delle mance e delle commissioni stabilite precedentemente con il contratto.

Che luoghi hai visitato:?

diverse isole dei caraibi ( una tra le più famose ARUBA), Mar Baltico ( Stoccolma, Tallin, San Pietroburgo), Norvegia con i suoi Fiordi, il Canada e le Bahamas

Ripartiresti?

NO, non ripartirei il contratto è lungo ( 9 mesi), i mezzi di comunicazioni non sono dei migliori, lavori tantissime ore al giorno, il tempo libero è poco. SI ripartirei per il piacere di viaggiare, lavorare ( se hai un obbiettivo personale da raggiungere), e per fare nuove amicizie.
Descrivi con un aggettivo la tua esperienza? UNICA

Piatto tipico Zurighese! Rösti e Sminuzzato di Vitello..

Cari lettori mi trovo ancora a Zurigo, oltre a girare la città per fornirvi le foto e raccogliere informazioni, oggi vi lascio una ricetta tipica del luogo.

Il piatto in questione è il Rösti  , un piatto tipico della tradizione Svizzera. Questa specialità gastronomica in realtà ha origine nel canton Berna, tuttavia a Zurigo il piatto è  tipicamente servito con la Zürcher Geschnetzeltes ( la salsa con panna con sminuzzato di carne). Il piatto è molto pesante, potremmo definirlo adatto alla stagione invernale. Spesso nelle zone di Montagna vicino Zurigo è facile trovare enormi piatti in metallo in cui preparano questa ricetta.

 

Ricetta_1058_introduzione[1]

Rösti

4 patate farinose
50 g burro
0,5 dl olio di semi
1 mela
50 g Gruyère grattugiato
quanto basta sale e pepe

Cuocere in abbondante acqua salata per 15 minuti 4 patate farinose con la buccia. Scolarle, sbucciarle e grattugiarle utilizzando la maglia larga per il rösti. Sbucciare 1 mela Golden, grattugiarla ed unirla alle patate con 50 g di Gruyère grattugiato, insaporendo il tutto con sale e pepe.
In una larga padella antiaderente sciogliere 50 g di burro con 0,5 dl di olio di semi, unire le patate grattugiate schiacciandole e formando 4 cerchi. Cuocere fino a doratura da entrambi i lati per 5 minuti. Servire caldi come contorno dello sminuzzato, decorando il piatto con ciuffi di prezzemolo riccio.

Sminuzzato

600 g sminuzzato di vitello
1 cipolla
2 dl vino bianco
sale,pepe
1 pizzico di buccia di limone grattugiata
3 cucchiai di burro
1 cucchiaio di farina
2 dl panna
1 cucchiaio di prezzemolo tritato

Far sciogliere il burro in una padella antiaderente e rosolarvi la carne brevemente a fiamma alta.
Prima che la carne rilasci i liquidi, toglierla dal fuoco e tenere in caldo.
Rosolare la cipolla tritata e quando si sara inbiondita bene, spolverare con la farina e spegnere con il vino bianco.
Far addensare un po e quindi versarvi la panna e lasciare addensare ancora un po.
Regolare di sale e pepe e quindi aggiungervi la carne (senza lasciare piu cuocere).

La Salsa

1 cipolla
250 g champignons
20 g burro
2 dl vino bianco secco
2 dl panna fresca
1 ciuffo prezzemolo riccio
quanto basta sale e pepe

Sbucciare ed affettare sottilmente 1 cipolla. Tagliare a fettine 250 g di champignons freschi.
Nella stessa padella in cui si è cotta la carne aggiungere e far sciogliere 20 g di burro, unire la cipolla e gli champignons e rosolarli per 2 minuti, innaffiandoli con 2 dl di vino bianco secco. Continuare brevemente la cottura facendolo evaporare di ¾ , unire 2 dl di panna fresca e farla ridurre della metà, regolare di sale e di pepe. Unire la carne conservata separatamente e spolverare il tutto con un poco di prezzemolo riccio tritato. Coprire e conservare al caldo.

Salsa, sminuzzato e Rösti, vengono serviti in un piatto unico. Spolverare col prezzemolo e servire.

Io lo mangio spesso. E’ buonissimo.

BUON APPETITO