La leggenda del Labirinto di KNOSSOS: Creta 2016 !

Il palazzo di Knossos e’ il piu’ grande sito di interesse archeologico nel territorio di Knossos, inabitato dal periodo Neolitico fino al quinto secolo a.c.

DSC00329

Il palazzo e’ stato costruito nell’altura, chiamata in Greco Kephala, con una posizione strategica, di facile accesso al mare, e l’entroterra di Creta.

In accordo con la tradizione questo Palazzo e’ stato il sito dedicato al Re Minosse

Il Palazzo e’ infatti strettamente collegato con la leggenda del Minotauro, di Ikaro e di Dedalo.

DSC00281

Come preannunciato io e lei mie amiche siamo partite per Creta a maggio 2016.

Un giorno ci siamo messe in macchina e siamo partite per Heraklion in visita al Palazzo di Minosse.

DSC00277

L’area circostante al palazzo e’ ben adibita con ristoranti, negozi di souvenir, bar e parcheggi.

Arrivare al Palazzo e’ facilissimo.

Il prezzo per accedere alle stanze del Palazzo e’ di 15 euro, ma la cosa che vi raccomandiamo di piu’ e il pagamento della guida turistica ( italiana).

Con 10 euro potrete pagare il vostro tour guidato e lo consigliamo assolutamente.

Noi abbiamo avuto la fortuna di avere come guida la nostra STELLINA, una donna per meta’ Minoica e per meta’ Veneziana, la figlia del vecchio guardiano del labirinto.

Nei suoi racconti ci siamo perse, leggete cosa ci ha raccontato:

La Regina Pasifae, moglie del re Minosse , era solita nascondersi all’interno di una mucca bianca, posizionata all’esterno del Palazzo, il Toro bianco si innamoro’ della mucca e cosi’ dopo 9 mese nacque il Minotauro che la nostra Stellina sopranomino’ : lo scarafone.

Minosse per nascondere lo scandalo, ordino’ di nascondere il Minotauro 20 metri sotto il Palazzo.

Il terzo figlio della famiglia, di nome Androgeo, un giorno si reco’ad Atene, in occasione delle olimpiadi,  egli era forte e bello, cosi’ un ateniese invidioso lo uccise.

Quando il Re Minosse senti’ della morte del figlio, furioso, dichiaro’ guerra ad Atene e chiese a Zeus di mandare ad Atene siccita’ e carestia. Gli ateniesi privi di forze chiesero a Zeus la liberazione, cosi’ Minosse per porre fine alla sofferenza degli ateniesi pretese di ricevere a Creta sette  maschi e sette femmine. Ma a Knossos regnava la democrazia, nessuno avrebbe ucciso questi giovani.

I ragazzi che arrivavano a Creta da Atene, diventavano acrobati, si sposavano e facevano figli, stavano bene, mentre ad Atene arrivavano le navi con le vele nere in segno di lutto.

Dopo dieci anni il Re Egeo, convinto che i giovani venissero uccisi, disse basta al martirio. Mando’ cosi’ suo figlio Teseo a Creta per uccidere il Minotauro.

E chiese a Teseo di issare le vele bianche, al ritorno, in segno di vittoria.

Quando Teseo entro’ nel Labirinto vide Arianna e fu amore a prima vista.

Arianna mostro’ a Teseo il luogo dove era nascosto il Minotauro.

Teseo non guardo’ solamente, uccise il Minotauro.

Cosi’ i due furono costretti a lasciare l’isola e andare a Naxos.

Arrivati a Naxos, pero’, Arianna disse a Teseo che non avrebbe potuto sposarlo, in quanto gia’ sposa di Dionisio.

Teseo triste, per la notizia ricevuta dall’amata, dimentico’ di issare le vele bianche.

Il Re Egeo vedendo le vele nere, si butto’ in acqua e si uccise per la disperazione del figlio morto, da questa leggenda prende il nome il Mare Egeo.

Teseo ancora innamorato di Arianna, torno’a Creta e per vederla sposo’ la sorella gemella: Fedra.

Intanto il Re Minosse vieto’ a Dedalo , dopo la costruzione del Labirinto, di lasciare l’isola e cosi’ Ikaro e Dedalo costruirono le ali per volare via dal labirinto.

Ikaro volo’ troppo in alto, vicino al sole, e cadde, cosi’ nacque il mare di Ikaro nell’isola di IKARIA.

Dedalo continuo’ a volare invece e arrivo’ in Sicilia.

In Sicilia Dedalo aveva il suo amico Cocalo, ad AGRIGENTO, e si nascose nel suo palazzo.

Minosse continuava a cercare Dedalo, ma non lo trovava, alla fine egli prese una scatola piena di gioielli meravigliosi e andava in giro chiedendo di poter infilare all’interno degli occhi della sua conchiglia un filo rosso, chi sarebbe riuscito nell’impresa avrebbe, in cambio ricevuto la scatola d’oro.

Dedalo ascoltando questa storia tento’ l’impresa, riempi’ la conchiglia di miele e lego’una formica al filo rosso, cosi’ la formica mangiando il miele riusci’ ad uscire.

In tale modo Minosse trovo’ Dedalo, ma il re Cocalo non volle consegnare il suo amico al re Minosse, cosi’ ci fu una battaglia, Minosse mori’ e fu seppellito ad Agrigento.

DSC00320

DSC00294

Gli acrobati ateniesi a Creta

DSC00328

La sala dei delfini, qui la regina si prendeva cura della sua bellezza

DSC00322

Le giare: antichi contenitori di miele

DSC00320

DSC00313

Uomo classico della civilta’ Minoica : sinonimo di bellezza

DSC00298

DSC00301

DSC00327

DSC00292

DSC00303

La sala del trono

DSC00304

DSC00308

La leggenda vuole che solo le anime pure riescano a vedere il fascio di luce che passa oltre la porta.

DSC00330

In questa area del Labirinto ci fu L’AMORE A PRIMA VISTA tra Arianna e Teseo

DSC00278

DSC00323

l nostro tour turistico all’interno del Labirinto di Minosse e’ durato piu’ di un’ora.

Un’ora di Storia e di cultura, che non dimenticheremo facilmente.

Un altro viaggio affascinante nell’antica Grecia.

Grazie a questa magnifica donna Stellina, che ha reso il nostro tour UNICO.

DSC00332

Buona domenica da NOMADELANDIA 🙂

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...